COME SOSTITUIRE LE UOVA

 

 

La sostituzione delle uova nella preparazione delle più svariate ricette, dolci o salate che siano, può essere effettuata per motivazioni etiche, come ad esempio la scelta di abbracciare l’alimentazione vegana, o per ragioni di intolleranze alimentari, se si vuole seguire un regime alimentare ipocalorico, o semplicemente se in quel momento in casa non disponiamo delle uova per realizzare la ricetta desiderata.

Sostituire le uova nelle ricette potrebbe sembrare un’impresa ardua dal momento che oltre a dare più sapore alle preparazioni, le uova svolgono l’importante funzione di legare tra loro gli ingredienti e fungono anche da agente lievitante, ma in realtà vedremo come è possibile sostituirle in maniera abbastanza semplice.

In alcuni supermercati ben forniti è possibile trovare anche dei “replicanti d’uovo“, o no-egg, ideati per i vegani o gli intolleranti all’uovo, che possono essere riprodotti anche in casa mescolando:

 

1 cucchiaino di lievito, ½ cucchiaino di bicarbonato, 2 cucchiai di farina e 2 cucchiai di acqua, oppure .....   

1 cucchiaio di farina mescolato con uno di acqua, oppure ..... 2 cucchiai di fecola e 2 d’acqua, o ancora ....

Potete anche prepararne un barattolino pronto all’uso, mescolando 1 tazza di fecola, ¾ di tazza di farina di tapioca e 2 cucchiaini di lievito.

Quando una ricetta prevede di pennellare in superficie dei prodotti da forno con le uova, in alternativa potete utilizzare del latte (anche di soia se siete vegani o intolleranti al lattosio) o una miscela di acqua e malto.

Alcune ricette non necessariamente prevedono le uova per facilitare la lievitazione, come nel caso dei pancakes americani. In questi casi è possibile sostituire ogni uovo con un cucchiaio d’acqua. Se siete in dubbio, per sicurezza potrete aggiungere all’impasto una puntina lievito istantaneo (o della farina auto-lievitante o 3/4 di cucchiaino di bicarbonato di sodio unito ad un cucchiaio raso di aceto di mele).

Questo, ovviamente, entro certi limiti, in quanto nelle ricette in cui sono previste 3 o più uova, qualsiasi miscela utilizziamo in sostituzione, non garantirà lo stesso risultato.

 

Torte, plumcake e muffins:

 

In questi casi è possibile sostituire ogni uovo con un cucchiaio d’acqua. Se siete in dubbio, per sicurezza potrete aggiungere all’impasto una puntina lievito istantaneo (o della farina auto-lievitante o 3/4 di cucchiaino di bicarbonato di sodio unito ad un cucchiaio raso di aceto di mele).

Particolarmente indicato per sostituire le uova è l’utilizzo di mezza banana schiacciata, che ha proprietà leganti e lascia l’impasto umido. In alternativa, anche ¼ di tazza di mela o prugna o anche avocado ridotta in purea con l’aggiunta di un cucchiaino di lievito vanno bene nelle preparazioni dolci. In caso di sostituzione con frutta, però, potreste avere una lieve differenza nel gusto.

Se non avete paura di osare, potreste anche pensare di usare del gel di semi di lino, di cui usare un cucchiaio per ogni uovo tolto. Potete prepararlo in casa tritando finemente un cucchiaio di semi di lino, diluendolo poi con un bicchiere d’acqua. Lasciate riposare fino alla formazione del gel.

Creme, dolci al cucchiaio, biscotti e pasta frolla.

Se l’uovo vi serve per addensare la vostra preparazione, potete aggiungere in cottura 1 cucchiaino o 1 cucchiaio (a seconda della densità desiderata e della quantità del composto) di fecola di patate, farina di riso o amido di mais, e poi aumentare la parte liquida fino a trovare un nuovo equilibrio tra gli ingredienti. Stesso discorso vale anche per le crépes.

 

Tabella:

 

Semi di lino 1 cucchiaio + 3 di acqua        = uovo

Farina di ceci 1 cucchiaio + 3 di acqua     = uovo

Agar Agar 1 cucchiaio + 1 di acqua           = uovo

Banana matura 1/2 schiacciata                 = uovo

Polpa di mela 60 ml                                     = uovo

Burro di arachidi 3 cucchiai                        = uovo