COME SOSTITUIRE LO ZUCCHERO

 


Lo zucchero raffinato è un alimento a cui bisogna fare molta attenzione. Se assunto in maniera eccessiva può portare a malattie come il diabete e l’obesità. Un suo consumo consapevole è alla base di una dieta sana e bilanciata. Non possiamo controllare, infatti, il contenuto dello zucchero nelle preparazioni industriali come pane, pasta, sughi, insaccati e dolci, frutta e cereali ma possiamo però fare attenzione a quello che aggiungiamo in casa nelle preparazioni delle nostre pietanze. Vediamo come sostituirlo in cucina con alternative più salutari.

 

ALTERNATIVE ALLO ZUCCHERO


Molte sono le alternative allo zucchero raffinato in cucina come lo zucchero grezzo che non prenderemo in considerazione. Spesso, infatti, dietro questa dicitura, si nasconde il normale zucchero senza l’utilizzo di sbiancanti che risulta bruno proprio come quello grezzo.
Miele:

nelle tisane, nel tè, nelle nostre bevande e anche nei dolci possiamo aggiungere il miele al posto dello zucchero. Il nettare ambrato esiste in svariate qualità dalle più dolci alle più aspre. Ed è un prodotto naturale al 100%
Sciroppo d’acero:

Si ottiene tramite la bollitura della linfa dell’acero da zucchero e dall’acero nero, così come il miele è una valida alternativa allo zucchero nei dolci e nelle bevande.
Fruttosio:

deriva dal miele e dai frutti e si trova comunemente in commercio sottoforma di cristalli bianchi. Possiamo utilizzarlo nel caffè e nei dolci e in tutte le bevande.
Sciroppo d’agave:

E’ ottenuto dal succo della radice della pianta d’agave concentrato. Rispetto agli altri è il prodotto meno naturale poiché viene trattato durante la lavorazione. Ha un impatto glicemico minore dello zucchero e del miele. Si trova comunemente nei negozi bio, raramente nei supermercati.
Stevia:

è una pianta originaria del sud america, ha un potere dolcifcante superiore a quello dello zucchero, ha un retrogusto di liquirizia che non guasta nelle preparazioni dolci e si può utilizzare in cucina anche per le bevande. Una foglia fresca o mezzo cucchiaino di polvere di stevia corrispondono a un cucchiaio di zucchero.
Malto d’orzo, di mais di frumento e di riso:

Il malto deriva dalla germinazione di vari cereali. I più comuni malti sono quello di orzo, adattissimo alla preparazione di gelati e bevande, quello di riso dal sapore intenso e quello di mais ideale per torte e biscotti. Si trovano nei negozi bio e raramente al supermercato. Per avere dai vari tipi di malto lo stesso potere dolcificante dello zucchero bisogna aggiungere quasi il doppio della dose (sostituire un cucchiaino di zucchero con uno e mezzo di malto)
Datteri e banane:

si possono utilizzare al posto dello zucchero nei dolci e i datteri sono ottimi per togliere l’acidità dai sughi. Sono molto utilizzati nella cucina vegan e crudista
La melassa: viene utilizzata soprattutto nella tradizione nordica. Si trova sottoforma di sciroppo in molti negozi bio e, avendo un gusto speziato, è particolarmente adatta per dolcificare dolci e biscotti.